Image Image Image 01 Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

 

Scroll to Top

To Top

Progetti

TIGER

Generatore di neve a bassa pressione | Snow generator

La forma integra linee dettate dalla tecnologia con linee guidate da forme evocative come il cristallo di neve o il diamante per fondersi in un oggetto che oltre a compiere la propria funzione esprima una forte identità e possa catturare lo sguardo anche quando non è in funzione. Co-designed with PB Interiordesign

Innovazione e versatilità sono gli obbiettivi che l’azienda ha perseguito nella realizzazione del generatore di neve “tiger”; il progetto presenta alcune nuove soluzioni tecnico/formali e brevetti che lo rendono unico nel panorama dei competitor attualmente sul mercato.

La struttura portante, robusta e leggera, è studiata con bilanciamento dei pesi verso la lama del battipista per facilitarne il trasporto e l’aggancio. Il completo automatismo e il visualizzatore touchscreen ne rendono l’utilizzo ed il comando estremante semplice ed intuitivo.

La progettazione tecnica ha portato alla formulazione di innovative soluzioni tecnologiche che hanno dato vita a due brevetti: La corona modulante composta da ugelli con pastiglie in ceramica, che permettono la massima efficienza alle temperature marginali e il plc che ottimizza e gestisce il rendimento garantendo una produzione lineare durante l’esercizio.

Lo studio del design ha permesso di combinare alla forma innovativa una semplificazione nelle fasi di gestione e manutenzione.

La nuova architettura della corona ad ugelli, suddivide la bocca della ventola in 20 parti , e diventa origine delle linee decise e dinamiche, che definiscono il design generale della macchina e ne enfatizzano le alte prestazioni.

La carena superiore, divisa in 5 settori, è realizzata tramite termoformatura. Le 5 scocche identiche si ripetono avvolgendo la corona e permettendo la sostituzione di un singola parte in caso di rottura e l’apertura puntuale nel caso di manutenzione. Questa soluzione ha permesso un miglior sfruttamento dello stampo con la possibilità di ottenere superfici in sottosquadro senza aumentare la complessità di realizzazione e quindi un conseguente risparmio in termini di investimento iniziale.